Testa rilavorata come Costantino

Testa rilavorata come Costantino

Descrizione

Nella Sala dei Fori Imperiali dei Mercati di Traiano – Museo dei Fori Imperiali di Roma è conservata la testa di una statua dall’altezza originaria di circa tre metri. La statua mostra l’imperatore Costantino impegnato nella battaglia di Ponte Milvio contro Marco Aurelio Massenzio.

Location

Get directions

Cenni storici

La celebrazione delle gesta di Costantino ebbe grande diffusione in tutto l’Impero, soprattutto dopo la decisiva battaglia di Ponte Milvio del 312 d.C..
Costantino affrontò Marco Aurelio Massenzio in uno scontro impari, avendo dalla sua parte un numero di uomini inferiori rispetto al rivale. Ciò tuttavia non lo fermò e, con grande acume tattico, raggiunse la vittoria. Costantino contava su circa 40.000 uomini, tra cui anche barbari e popolazioni celtiche contro i circa 100.000 romani, italici e africani di Massenzio. Sembra che l’esito della battaglia dipese in parte dall’errato posizionamento degli uomini di Massenzio, posti dal proprio comandante davanti al Tevere: in questo modo fu facile per le truppe di Costantino accerchiarle e sconfiggerle. Lo stesso Massenzio venne ucciso in battaglia. Dopo questo episodio Costantino venne acclamato unico Imperatore d’Occidente e accolto trionfalmente a Roma.

Focus narrativi

La battaglia di Ponte Milvio è l’episodio in cui ha origine la celebre frase latina “In hoc signo vinces”, annunciata in sogno a Costantino la notte prima dello scontro. Stando alla versione riportata da Eusebio nella Vita di Costantino, il futuro imperatore avrebbe visto in sogno una potentissima luce in forma di croce aprirsi nel cielo mentre marciava col proprio esercito; sotto tale croce di luce gli appariva quella scritta in greco. Ciò gli diede la certezza di avere Dio dalla propria parte

***

Sia la battaglia che il trionfo di Costantino sono scene abbastanza famose nella storia dell’arte italiana, ritratte ad esempio da artisti del calibro di Raffaello (Visione della croce) o Piero della Francesca (Sogno di Costantino)

***

Il reperto è stato scoperto nel 2005, in una fognatura sotto il Foro di Traiano.

Spunti videoludici

L’importanza rivestita dalla battaglia di ponte Milvio nella storia di Roma antica possiede potenzialità videoludiche non da poco: la figura di Costantino, il nemico Massenzio e l’intrecciarsi di episodi onirici, contribuiscono a creare grande pathos nello svolgimento di tutta la vicenda.

[Bibliografia]
Eusebio di Cesarea, Storia ecclesiastica, IV secolo
Le Bohec, Armi e guerrieri di Roma antica. Da Diocleziano alla caduta dell’impero, Carocci, Roma, 2008

[Sitografia]
Scheda museo

Contact Listing Owner